I 7 vergognosi segreti che le società di selezione non ammetteranno mai

i-7-vergognosi-segreti-che-le-societa-di-selezione-non-ammetteranno-mai-01Scopri i segreti che alcune società di selezione custodiscono gelosamente e che ti faranno preferire altre strade per trovare un’occupazione.

Non hanno nulla per te.

Spesso accade che malgrado la società di selezione promuova una posizione lavorativa molto interessante, non ci sia alcun posto di lavoro disponibile per il candidato.

Il motivo deriva dal fatto che spesso queste aziende o si trovano con pochi impegni di selezione (ma devono lo stesso sostenere i loro costi fissi) oppure cercano di crearsi una lista di candidati da proporre in futuro (forse ).

Sono decisive solo nel 7% dei casi. 

Capisco che visto il gran parlare che si fa di queste aziende, tu ti sia immaginato che per trovare lavoro tu debba passare necessariamente per le loro mani: niente di più sbagliato.

Secondo Il Sole24ore in Italia metodi come il passaparola, le conoscenze, il colloquio diretto, sono decisivi nella scelta di nuove figure professionali per circa il 93% dei casi.

Solo il 7% viene garantito dalle società di selezione e tutte le altre aziende e professionisti che svolgono attività simili.

Non curano i tuoi interessi (talvolta neanche quelli dei loro clienti).

Dopo che hai sostenuto diversi colloqui e sei quindi in dirittura d’arrivo per ottenere il tuo agognato lavoro, spesso ti ritrovi di fronte a un’amara sorpresa: la trattativa sulla tua retribuzione.

La società delegata alla ricerca di personale guadagna una percentuale sulla tua futura retribuzione annua, costo che va a gravare sui costi dell’azienda che assume. Questo comporta che spesso i soldi in più che il tuo passato lavorativo e capacità meriterebbero, saranno destinati alla società di selezione come compenso per l’attività.

Sarà il selezionatore del personale a cacciarti in gola questa cosa obbligandoti a rinunciare alla posizione nel caso tu non sia disposto a accettare il compenso più basso (anche se sei il candidato migliore per il loro cliente).

Sono d'accordo, con questo articolo. La mia esperienza dimostra che nel 100% dei casi sia riuscito a trovare nuove opportunità professionali grazie solo ed esclusivamente al passaparola. Certo bisogna avere un minimo di preparazione. Detto ciò ritengo che queste società di selezione siano orientate solo ed esclusivamente al proprio profitto. Il candidato è merce di scambio, guadagna sempre troppo, spesso e volentieri viene analizzato in modo superficiale.
Romano Castelnovo

È il computer a selezionarti.

Con la complicità della tecnologia usata in diversi siti di offerta lavoro, lo spoglio iniziale dei curriculum vitae viene effettuato tramite un programma informatico che scarta tutto quello che non presenta parole chiave ben definite oppure che non soddisfa alcuni criteri discriminatori come l’età.

In questa maniera anche se sei il genio della tua materia e in passato hai prodotto grandi risultati, la tua candidatura potrebbe rapidamente finire nel cestino assieme a quelle di chi non ha il tuo stesso livello di competenza e professionalità.

Le cose gli vanno male.

La crisi economica e la seguente riduzione dei posti di lavoro disponibili, ha causato grossi problemi economici a molte aziende che si occupano di selezione.

Dato che nella maggior parte delle volte queste vengono retribuite solo a seguito dell’assunzione dei candidati che propongono, esse hanno iniziato a ridurre i numero dei loro collaboratori. Tutto questo abbassa notevolmente la loro capacità di riconoscere il tuo talento.

Purtroppo imprenditori che seguono in prima persona i processi di selezione sono sempre meno, questo produce un middle management di persone che rispecchiano la personalita’ e gli schemi mentali di chi li ha scelti; in prevalenza persone che mai hanno affrontato il mondo del lavoro ‘reale’ e non sono in grado di capire a fondo le logiche illustrate da candidati atipici.
Michele Ardoni

Fanno degli errori.

Alcune aziende di selezione non hanno un sistema di sicurezza adeguato oppure non fanno troppo caso a dove mandano la tua candidatura con il rischio che la tua proposta lavorativa potrebbe finire nelle mani del tuo attuale capo con il risultato che se un lavoro lo hai già, potresti perderlo.

Non sapevano che altro fare.

E’ molto elevato il numero di aziende fondate da imprenditori senza scrupoli che hanno visto anni fa nella selezione del personale la possibilità di inventarsi un business poco costoso senza dover investire in professionalità.

Se provi a guardare i profili di molti selezionatori potrai trovare ex avvocati, venditori, formatori, ragionieri o altre funzioni lavorative che non centrano molto con il ruolo ma che evidentemente hanno trovato il modo di riciclarsi.

In conclusione…

Vale la pena di continuare a impegnarsi passando tanto tempo a guardare gli annunci di lavoro, adeguando la tua candidatura per superare il giudizio delle società di selezione?

La risposta è si ma a condizione che tu avendo ora chiari i limiti di queste società, abbassi le tue aspettative di trovare un lavoro.

Ti segnalo alcune guide gratuite che possono aiutarti a accedere a quel 93% di opportunità lavorative che non vengono gestite tramite le società di selezione. Per guardarle, inserisci qui sotto la tua email per iscriverti alla lista di distribuzione.

Lucreziavoglio-i-video01

6 Comments

  1. mickymilano
  2. AL
  3. Max C.
    • David Buonaventura
  4. Giovanni M.
    • David Buonaventura

A cosa stai pensando?