lg-cosa-realmente-capaceIn questa lezione, ti indicherò come riconoscere in te quegli elementi positivi che il datore di lavoro cerca. Scoprirai che anche piccole cose, ma opportunamente presentate, possono farti preferire rispetto a tutti gli altri candidati.

Se preferisci ascoltare la versione audio, premi “play” qui sotto

Questo ti permetterà di:

  • Acquistare maggiore fiducia in te stesso.
  • Scegliere quale strada percorrere.
  • Apparire da subito un candidato molto interessante.

Prima che tu inizi a cercare attivamente una nuova occupazione, è assolutamente necessario che tu abbia ben chiaro quale sia il tuo potenziale ovvero tutto quello che permetterà al  datore di lavoro di ottenere vantaggi in breve tempo iniziando un rapporto professionale con te.

Attenzione, non sto parlando di riportare i tuoi titoli di studio, conoscenze tecniche o caratteristiche personali ma di descrivere cosa queste 3 componenti sono in grado di produrre se mescolate assieme.

Nel Metodo Colloquio Diretto è riportata una traccia che serve appunto per portarti a capire cosa della tua esperienza veramente può esserti utile a farti considerare “interessante” dal datore di lavoro.

Ti anticipo parte di questa traccia tramite 3 domande. Questo ti darà già del materiale che puoi usare con successo nelle tue prossime candidature anche con il Curriculum Vitae (se proprio vuoi continuare a usarlo).

Che risultati positivi hai dato in passato?

Quando ti candiderai direttamente al tuo potenziale datore di lavoro, devi prendere coscienza che ai manager, dirigenti o imprenditori importa molto poco dei tuoi titoli di studio o professionali. Queste persone sono sensibili solo ai risultati, ai numeri, ai fatti per cui nella tua candidatura devi mettere in prima fila proprio quelli.

Ti faccio un esempio.

Conosco un manager informatico che ha una buona conoscenza delle tecnologie e porta a termine tutti i progetti nei tempi e nei costi stabiliti, cosa abbastanza normale per una persona che svolge bene quel tipo di professione.

Eppure quello che gli ha permesso di fare carriera e di potersi rivendere in altre aziende, è stato qualcosa che centrava poco con la tecnologia. Non voglio annoiarti con i particolari per cui te la faccio breve. Un giorno ha scoperto che esisteva un’abitudine dei dipendenti dell’azienda che provocava diversi problemi organizzativi e finanziari di cui nessuno si era mai accorto prima (oppure a cui nessuno si sentiva di voler dare rimedio).

Per sistemare questa cosa, ha progettato una piccola applicazione software (ci ha messo un paio di ore, veramente una stupidaggine rispetto alla complessa materia di cui ogni giorno doveva occuparsi). Boom! Quasi 100.000€ risparmiati in un anno!

Questa cosa lo ha portato così in alto nella considerazione dell’azienda, che quando si candidava per un nuovo lavoro, gli bastava solo descrivere quel risultato proposta di collaborazione per far venire una gran voglia a chi la leggeva di incontrarlo.

In cosa ti senti diverso (non necessariamente migliore) rispetto agli altri?

Per qualsiasi attività lavorativa tu svolga, dovrai competere con persone che hanno una preparazione ed esperienza professionale molto simile alla tua. Questo comporterà che molte candidature si assomiglieranno tra di loro e questo potrebbe impedirti di essere notato in quanto sei “sommerso dalla massa”.

Il modo migliore per evitare di apparire solo la copia della copia di tutti gli altri, è puntare sulle tue differenze ovvero le cose che professionalmente ti rendono “raro” (se non unico).

Ti faccio un esempio.

Mettiamo che sei una persona che ha la rara capacità di vedere i problemi organizzativi prima che si manifestino. Qualcuno direbbe che sei il tipico pessimista solo che… nella maggior parte delle volte ci becchi e quel problema che avevi immaginato, regolarmente si manifesta.

In questo periodo, il numero di aziende che vivono situazioni difficili a causa della crisi economica ce ne sono purtroppo tante. Non riuscire a gestire in tempo i problemi imprevisti, può essere fatale in una situazione del genere.

Se tu presenti questa tua caratteristica in un’azienda con evidenti problemi organizzativi, è molto difficile che non ottieni attenzione.

Ci sono persone che possono testimoniare i tuoi risultati?

Le referenze sono le testimonianze da parte di persone che hanno lavorato con te o che semplicemente ti conoscono bene.

Le referenze sono uno straordinario strumento di riprova sociale che poi è quel fenomeno che sta alla base delle “mode”. Le persone, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti o le scelte che sono fatte da altre persone.

Non sottovalutare mai questo aspetto in quanto è determinante nella scelta di un candidato.

Nel Metodo Colloquio Diretto infatti c’e’ indicata una procedura molto precisa per chiederle, ottenerle senza fatica ma soprattutto comporle in una maniera che risultino irresistibili per chi le leggerà.

Quindi…

Inizi a sentire una rinnovata fiducia in te stesso? Vuol dire che stai cominciando a entrare nello spirito del metodo che è alla base del corso (e pensa che hai visto solo la sintesi di alcuni argomenti).

DOMANI riceverai la prossima lezione.

Rifletti su quanto hai visto e lascia un commento. È molto importante per me conoscere il tuo parere.

David è un'eccellente professionista. Ho avuto modo di sperimentare personalmente la sua professionalità col suo metodo, Colloquio Diretto, grazie al quale ho capito che trovare lavoro è una disciplina e David ne conosce i segreti. Non solo ti insegna a tirar fuori il meglio da te stesso ma ti aiuta e supporta come un vero coach prendendosi cura di ogni dettaglio. Per me è stato un vero privilegio incontrare David sul mio cammino.
Antonello Cristofori

Per prendere la tua copia del Metodo Colloquio Diretto, clicca qui sotto su “acquista su Amazon”

acquista-amazon-1024x212

oppure clicca su questo link.