Come trovare lavoro quando si è Senior

La mia intervista su Jobs ReAct.

In audio:

Ascolta “JR 41 | Come trovare lavoro quando si è Senior – con David Buonaventura” su Spreaker.

Sintesi elaborata (male) in testo:

Parlaci di te. Raccontaci la tua storia.

Tanti anni fa vivevo nelle marche ed ero uno studente di ingegneria che aveva tra i suoi obiettivi migliorare il mondo. Mi ero appassionato di informatica anche per questo motivo. Quando ebbi la possibilità di entrare in un’agenzia di quella che era la più grande azienda IT del pianeta, non ci pensai molto.

Però nelle Marche non c’era tutto questo movimento per cui mi trasferii senza soldi e contatti a Milano per lavorare in una grande multinazionale giapponese.

Ovviamente essendo “affamato” come la maggior parte di chi fa scelte del genere, cambiai diverse volte azienda sempre con la prospettiva sia di fare carriera sia perseguire il mio ideale di un mondo migliore.

Un giorno ricevetti un contatto da un recruiter di una Società di Selezione che aveva avuto il mio nome da un ex collega. Organizzammo il colloquio che andò molto bene in quanto (parole del recruiter) ero perfetto per il ruolo.

Tutto bello se non fosse che per caso scoprii che la responsabile della Società di Selezione, era di diverso parere e mi fece scartare definendomi un impresentabile a causa della mia età. Non si curò neanche di tenermelo nascosto.

Non ti dico come mi sono sentito.

Però… Avevo capito chi fosse il loro cliente. Il recruiter si era fatto scappare dei dettagli e ci misi poco a capire chi fosse l’azienda.

Contattai il direttore generale con una speciale lettera in cui spiegavo come avrei potuto aiutare l’azienda e, per rendermi credibile, aggiunsi le prove di quello che in passato avevo realizzato.

Dopo qualche giorno, fui invitato al colloquio e qualche settimana più tardi ottenni il posto di lavoro facendo anche una buona carriera.

Quindi un lieto fine. Solo che… questa cosa mi dette molto fastidio. Perché scartare per la troppa esperienza? È un controsenso.

Dopo qualche tempo e molti studi e prove, sfruttando anche i corsi di marketing e comunicazione, creai Colloquio Diretto.

Lo scopo era creare il primo strumento realizzato affinché TUTTI possano essere valutati per le loro capacità e non per la loro età, sesso, stato civile o provenienza.

Cosa significa Colloquio Diretto? Perché questo nome?

Il nome ha avuto origine dalle due strategie che fanno parte del MCD.

  1. “parla alle persone non alle aziende”.

Ti hanno sempre detto che quando ti vai a proporre ad un’azienda devi essere formale, professionale e sintetico.

E in apparenza è corretto perché l’azienda, intesa come entità, è un freddo sistema che decide l’acquisizione di risorse e collaboratori in maniera distaccata e razionale.

Tutto giusto se non fosse che… chi ti valuterà sarà una persona, non un’azienda.

Imprenditori, manager, selezionatori sono persone e in quanto tali hanno sentimenti, fanno pensieri alle volte non del tutto razionali. Prendono decisioni spesso spinti dalla emotività del momento.

Ecco. La prima strategia di Colloquio Diretto è rivolgersi alla persona usando un modo diretto di esprimersi e comunicare per provocare emozioni indifferentemente se usi un CV, una lettera di presentazione o il tuo profilo LinkedIn. Emozioni.

  1. “vai alla fonte”.

Anni fa, credo nel 2017, per la prima volta rivelai i dati del Ministero del lavoro che indicavano chiaramente che gli intermediari, ovvero tutte quelle aziende che si frappongono tra chi cerca lavoro e chi lo offre, tutte assieme erano la via per raggiungere solo il 7% di tutti i posti di lavoro disponibili. Oltre il 70%, invece, nasceva dalle relazioni, il networking, l’autocandidatura, ecc.

Ecco… Colloquio Diretto è un metodo di comunicazione che si rivolge direttamente al vero datore di lavoro. Un interlocutore rappresentato da imprenditori, manager e selezionatori che sono all’interno dell’azienda. Persone molto più affini al business, più interessati alla sostanza che alla forma.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

La maggior parte dei formatori sulle tecniche per la ricerca del lavoro si rivolgono a un pubblico molto vasto e coprono tutti gli aspetti del processo di candidatura e selezione. Colloquio Diretto invece è focalizzato solo sui Senior e solo sul processo che riguarda la candidatura iniziale. Quale è il motivo?

Ho scelto di focalizzarmi sui senior, o Over se preferisci chiamarli così…

  • Per una questione di visione del futuro. Scartare un candidato solo per la sua “troppa esperienza” è assurdo. È qualcosa che danneggia tutti. I lavoratori esperti e di talento, le aziende, l’intera società. È una piaga che deve essere curata. Senza i senior chi aiuterà gli junior, gli stagisti a crescere, a diventare protagonisti del futuro?
    .
  • Credibilità personale. Mi sono inoltre concentrato sugli over anche per una questione di credibilità. Guarda il mio profilo LinkedIn. Io sono un Over 50 che ha cambiato 13 volte lavoro di cui 8 dopo aver compiuto i 40 anni. Non c’è molto da dire. Io sono il prodotto del mio prodotto.

Ho scelto di concentrarmi solo sulla candidatura…

  • Perché il 90% del problema quando si affronta il processo di selezione è arrivare al colloquio. Basta guardare su LinkedIn quante persone si lamentano di aver inviato centinaia di CV senza ottenere alcuna risposta. Il Metodo Colloquio Diretto ha lo scopo di superare questa fase critica e arrivare all’umano “esperto” che può valutare il talento e le conoscenze professionali del candidato.
    .
  • Perché il colloquio è diverso. Con la classica candidatura il colloquio viene organizzato per capire se vale la pena, o meno, investire il tempo nell’approfondire la conoscenza del candidato. Anche se sei al colloquio sei ancora solo uno dei tanti. Per questo spesso i colloqui sono lunghi e numerosi prima che venga presa una decisione. Con la candidatura del Metodo Colloquio Diretto invece la cosa funziona spesso al contrario. Il selezionatore ha già capito che sei la persona giusta e il colloquio serve per essere assolutamente sicuro di non aver preso un abbaglio. Non è raro che uscire dal colloquio con la lettera di assunzione in mano. In un certo senso trasporta gli argomenti che saranno oggetto dei colloqui immediatamente alla prima candidatura. questo è un grosso vantaggio.

Quali sono i 3 più importanti elementi che possono avvantaggiare un senior rispetto a candidati più giovani, che costano di meno e sono più disponibili a farti “sfruttare”?

  • Problemi risolti. Se sei un senior avrai affrontato e risolto un mare di problemi. Difficile essere in un’azienda, soprattutto quando si ricopre un ruolo manageriale e non aver dovuto risolvere problemi di diversa natura. Molti di questi sono gli stessi di cui probabilmente soffre il tuo nuovo potenziale datore di lavoro. Perché un imprenditore o un manager decide di assumere un nuovo collaboratore? Spesso perché ha un problema. Ecco se nella tua candidatura parlerai di problemi affrontati e risolti, i più simili possibile a quelli che l’azienda/persona a cui ti stai rivolgendo potenzialmente prova, l’attenzione del tuo interlocutore sarà massima. Qui lo junior non avendo avuto ancora occasione di affrontare tanti e diversi problemi non può competere con il senior.
    .
  • Risultati ottenuti. Un imprenditore, un manager non si muovono solo se hanno problemi ma vengono stimolati dalla loro ambizione. Voglio raggiungere un obiettivo. Economico, finanziario, organizzativo. Se sei un Senior avrai ottenuto dei risultati in passato. Bene, rappresentali nella maniera più diretta che puoi, Se puoi, cita numeri, quelli li capiscono tutti. Quanto hai fatto risparmiare in termini economici o di tempo? Quali obiettivi hai permesso all’azienda o la persona per cui in passato hai collaborato? Qui l’effetto è potentissimo se ben rappresentato. Anche qui… lo junior non può competere con un senior in un processo di selezione. Non c’è storia.
    .
  • Testimonianze. Tutto bello ma… sicuro che quello che hai dichiarato è vero? Siamo il paese dei cazzari. Un altro straordinario vantaggio che ha un senior è rappresentato dalle persone che in passato hanno lavorato con lui. Ex colleghi, ex referenti

Il tutto poi deve essere formulato con un metodo di comunicazione appropriato.

C’è però anche il rovescio della medaglia. Il Metodo Colloquio Diretto ti serve anche per fare una seria auto valutazione di te stesso. Dopo diversi anni di lavoro non sei in grado di descrivere i problemi che hai risolto o dei risultati che hai raggiunto oppure non hai neanche una persona disposta a scrivere 4 righe per testimoniare il professionista che sei? Fatti delle domande allora…

Altri progetti in corso?

Antimobbing Diretto che è un progetto sviluppato con Jenny Ubaldo ed ha lo scopo di aiutare tutte le persone che sono soggette a mobbing sul lavoro. Lo trovate su LinkedIn.

Selezioni Inumane che è un progetto sviluppato con Denis Murano.

Ha l’innocua forma di un romanzo che si può leggere con tranquillità in un paio di ore ma in realtà è una bomba nucleare. È stato studiato in maniera da provocare una reazione emotiva nel lettore, in particolare se si tratta di un HR.

Lo scopo del progetto è di produrre un effetto virtuoso, una umanizzazione del ruolo degli HR portando alla luce le assurde pratiche nei processi di selezione di alcune, fortuna poche, aziende.

Basta guardare le testimonianze che si trovano nel blog www.selezioniinumane.it per rendersene conto di quello che è già stato capace di fare.

A breve verrà immesso anche nel mercato statunitense e poi tutti gli altri mercati mondiali.

Sei stato da poco nominato tra i primi 10 LinkedIn Top Voices 2021 in ambito Lavoro e Carriera. Come ti fa sentire questa cosa?

Stranito. Devo ancora elaborare la cosa… ahahah. Da noi in Italia sembra una cosa da poco ma all’estero è considerata un riconoscimento straordinario.

Altro? Segui => Jobs ReAct: https://www.jobs-react.com/podcast/

Rimani aggiornato sulle nuove tecniche e trucchi usati con successo per trovare un nuovo lavoro e fare carriera. Basta inserire la tua email qui sotto.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

Spero di averti aiutato.

David

 

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.