Revisione Curriculum Vitae: 5 cose che non dovevi sapere!

Scopri perché la revisione del Curriculum Vitae standard è inutile, sfrutta l’esperienza di chi ci è già “cascato” e cambia il modo di proporti.

Esiste un grande numero di società specializzate nella revisione professionale del Curriculum Vitae standard. Questa è un’attività che svolgono a pagamento e che ti inducono a pensare essere obbligatoria se veramente vuoi trovare lavoro.

Ma veramente pagare per avere un Curriculum Vitae standard revisionato può darti un vantaggio decisivo? Vediamolo assieme…

1. Non farai (lo stesso) in tempo.

Noi di Colloquio Diretto, abbiamo seguito lo svolgersi di diversi annunci di lavoro. Nelle guide e corsi abbiamo riportato dati che dimostrano che allo scadere della prima ora dalla pubblicazione, erano già stati inviati 500 curricula ben oltre il limite che l’applicazione online poteva elaborare (malgrado continuasse ad accettarli).

In una comune situazione come questa, se non rispondi all’annuncio di lavoro entro pochi minuti, il tuo nuovo e costoso Curriculum Vitae standard non sarà mai letto e quindi inutile.

Pensare che la revisione professionale del Curriculum Vitae standard permetta di arrivare prima e meglio degli altri è come illudersi di vincere i 100 metri alle olimpiadi perché si è cambiato taglio di capelli.

2. La prima impressione di te sarà quella sbagliata.

Si nota subito quando un Curriculum Vitae standard viene scritto da un professionista della revisione. La persona che si occuperà di analizzare la tua candidatura capirà quindi che tu non sei stato in grado di scrivere da solo neanche un paio di paginette per presentare te stesso e le tue esperienze lavorative.

Essere stato costretto ad affidarti a qualcun altro per scrivere la tua candidatura è il messaggio che vuoi far arrivare al datore di lavoro?

Il CV per trovare lavoro, ad oggi, è uno strumento insufficiente che rischia di creare sbarramenti all’entrata basati su pregiudizi quali: voto di laurea, università di provenienza, età…Si tratta di parametri che non sempre corrispondono all’effettivo apporto che una risorsa può portare.
Alessandro Cecchi Paone

3. Sarai (ancora) discriminato per la tua età.

Nota. Quando gli autori fanno riferimento a “Società di Selezione” o simili, non intendono assolutamente riferirsi a tutta la categoria bensì solo a quella parte che opera in maniera scorretta e poco professionale.

Alcune Società di Selezione applicano dei criteri discriminatori di genere ovvero ti scartano a causa della tua età, sesso, zona di origine o stato civile prima ancora di valutare a fondo il tuo Curriculum Vitae standard.

Se per esempio hai più di 40 anni e ti stai rivolgendo alla sbagliata Società di Selezione, l’analisi del tuo nuovo e costoso Curriculum Vitae standard potrebbe fermarsi alla data di nascita rendendo la spesa per la revisione uno degli investimenti più inutili che tu abbia mai fatto.

4. Non ti capiranno.

Se hai l’impressione che i recruiter non sono in grado di valutare la tua lunga e complessa esperienza, ho una brutta sorpresa per te. Molti dei professionisti che si occupano di revisione del Curriculum Vitae standard sono ex recruiter che si sono riciclati per necessità o per guadagno.

Quando erano recruiter non riuscivano a valutarti correttamente conoscendo le specifiche caratteristiche del posto di lavoro che offrivano, cosa ti fa pensare che questa volta sarà diverso visto che non sanno neanche a chi invierai il Curriculum Vitae standard revisionato che si sono fatti pagare?

5. Non andrà mai bene.

Abbiamo fatto una prova facendo revisionare a pagamento un Curriculum Vitae standard da una società specializzata con tanto di colloquio telefonico per l’analisi iniziale. Abbiamo poi inviato il Curriculum Vitae standard revisionato a un’altra società specializzata: non andava bene, era tutto da rifare.

Abbiamo ripetuto l’esperimento usando il Curriculum Vitae standard già revisionato due volte con una terza società specializzata: indovina? Sempre tutto da rivedere.

Sicuramente abbiamo scelto società “troppo creative”. Ti va di spendere qualche centinaio di euro per fare la prova anche tu? No, dai, scherzo!

5(+1). (Aggiornamento all’articolo) Siamo al ridicolo.

Non so se è stato a seguito di questo articolo, ma alcune Società di Selezione hanno smesso di farsi pagare per la revisione del Curriculum Vitae standard lasciando al buon cuore dei loro clienti la decisione di fare una donazione per il lavoro fatto. Questo fa capire quanto poco valore abbia questa attività. ahahaha

Come trovare lavoro senza perdere tempo e denaro.

L’unico modo è usando uno speciale metodo di comunicazione. Questo ti eviterà di essere discriminato per la tua data di nascita o il luogo di residenza o il sesso.

Rivolgiti direttamente al datore di lavoro. C’è però una cosa che lo irrita: ricevere una candidatura dove ti limiti a parlare di te. Dai l’impressione che stai cercando solo uno stipendio e non un lavoro. In questo il Curriculum Vitae standard è perfetto per far capire che è meglio non prenderti in considerazione.

Usa invece una comunicazione che parla ai loro interessi e trasmette la tua credibilità. Scrivi una proposta di collaborazione dove parli dei problemi che puoi risolvergli. Parla alla persona e non solo all’azienda perché chi valuterà la tua candidatura è un individuo che ha preoccupazioni ed ambizioni.

Ho creato guide e corsi con cui numerose persone sono riuscite ad avvantaggiarsi nella ricerca del lavoro senza spendere inutilmente denaro in revisione dei CV.

Trovi tutto qui:

Libro cartaceo + video

5 Comments

  1. Augusto Camassa
  2. stefano montesi
    • Augusto Camassa

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.