Ecco perché perdi le opportunità lavorative!

ecco-perche-perdi-le-opportunita-lavorative-01Non trovi un nuovo lavoro da tempo? Scopri l’errore principale che stai commettendo, cambia metodo e ottieni risultati in 4 semplici passi.

Quando l’economia prosperava, le aziende crescevano e l’illusione che tutto sarebbe andato sempre meglio fino al momento della pensione era sempre presente.

Le aziende avevano il tempo e la tranquillità per assumere un nuovo collaboratore facendolo crescere nei tempi e nei modi migliori. I pochi Curriculum Vitae e lettere di presentazione standard che arrivavano erano letti tutti con calma e se venivi da una buona scuola e magari avevi lavorato in un’azienda conosciuta, l’opportunità di essere assunto era alta.

Oggi le cose sono cambiate, è meglio che tu te ne renda conto rapidamente.

L’imprenditore o il manager aziendale sono costantemente bombardati da notizie che riguardano economie nazionali distrutte, aziende che chiudono, debitori che non pagano facendola franca, politici sempre più nel caos che loro stessi hanno contribuito a creare e da migliaia di Curriculum Vitae e lettera di presentazione standard di chi cerca lavoro.

A tutto questo si accompagna una complessità di gestione che non ha precedenti. Internet, la globalizzazione, la concorrenza asiatica e tutte le nuove regole del mercato hanno complicato il processo di gestione aziendale a tale punto che ormai non c’e’ più tempo ne voglia di investire sul lungo periodo sui nuovi collaboratori.

L’imprenditore o il manager ha un’unica domanda a cui il potenziale collaboratore deve dare una risposta ancora prima di essere invitato al colloquio di lavoro:

“Puoi dimostrare come farmi guadagnare nel breve periodo?”

Se non sei in grado di esprimere in pochi secondi quanto e come puoi far guadagnare l’azienda, perdi qualsiasi possibilità di essere invitato al colloquio di lavoro.

Adesso ti chiedo di fare un piccolo esperimento per verificare cosa può pensare chi valuta la tua candidatura a un posto di lavoro tramite il Curriculum Vitae e lettera di presentazione.

Ti descrivo lo scenario. Tu sei un imprenditore che ogni giorno deve combattere contro tutti quegli elementi negativi che ti ho descritto prima. Hai sempre poco tempo per risolvere i problemi dell’azienda prima di tutti la complessità.

Ti stai concedendo qualche istante di relax prima di ripartire per la guerra per la sopravvivenza della tua azienda e ti metti a leggere un Curriculum Vitae e lettera di presentazione che arriva da parte di una persona sconosciuta.

Sei pronto a interpretare la parte? bene!

Prendi il tuo attuale Curriculum Vitae con lettera di presentazione e in 9 secondi devi verificare che la persona che l’ha scritto è in grado di far ottenere in breve tempo un guadagno tramite almeno uno di questi elementi:

  • aumento del fatturato
  • riduzione dei costi
  • semplificazione dei processi aziendali
  • miglioramento della qualità del prodotto
  • riduzione dei tempi di gestione
  • o qualsiasi altra cosa tu possa pensare che interessi un imprenditore o un importante manager

Via!  1…2…3…4…5…6…7…8…9 Stop!

Niente? Cestina il Curriculum Vitae e la lettera di presentazione, questa persona non merita di essere invitata a un colloquio di lavoro.

Grazie per la collaborazione. Ritorna pure nel tuo ruolo di cacciatore di un nuovo posto di lavoro.

Perché il Curriculum Vitae e la lettera di presentazione continuano ad essere usati da molte persone malgrado non esprimano nulla di quello che veramente interessa al datore di lavoro?

Per evitare di perdere clienti, le Società di Selezione hanno l’interesse a mantenere le distanze tra te e le aziende che ti stanno cercando. Per questo motivo ti hanno abituato a utilizzare un formato di Curriculum Vitae e lettera di presentazione standard dove puoi solo descrivere te stesso e non quello che sai fare.

L’effetto è che se ti viene quindi la bella pensata di saltare la Società di Selezione rivolgendoti direttamente all’azienda, il risultato è quello che tu stesso hai appena verificato: la tua candidatura viene scartata senza che le tue esperienze e capacità vengano prese in considerazione.

Come puoi risolvere questa situazione?

L’unico sistema è stabilire una relazione con il tuo potenziale datore identificando e esprimendo solo quello di cui ha veramente necessità. Questo lo puoi realizzare usando il Metodo Colloquio Diretto dove in pochi secondi tu sei in grado di descrivere i suoi problemi e di come in passato sei riuscito a risolverli in altre aziende.

Il Colloquio Diretto è immediato e potente. Ti permette di parlare al datore di lavoro senza i filtri delle Società di selezione ottenendo attenzione e risultati in pochi secondi.

Per creare questa relazione saltando la fila di tutti quelli che usano ancora il vecchio metodo dimenticando che le cose sono cambiate da un pezzo, devi fare 4 semplici cose:

  1. Capire cosa sei in grado di fare.
  2. Selezionare le aziende e persone dove hai maggiore probabilità di successo.
  3. Raccogliere gli elementi che possono darti credibilità.
  4. Scrivere una proposta di collaborazione diretta e spedirla.

Ne parlo in una serie di guide e video gratuiti che ti invito a guardare. Per vederli, inserisci qui sotto la tua email per iscriverti alla lista di distribuzione.

Buon lavoro!
David

voglio-i-video01

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.