Non basta mandare il Curriculum Vitae per farsi scegliere?

non-basta-mandare-il-curriculum-vitae-per-farsi-scegliere-01Chi si occupa di selezione del personale non sempre sa cosa sia meglio per l’azienda. Cambia metodo e ottieni quello che ti spetta in 2 semplici mosse.

Ti racconto una cosa che mi è successa diversi anni fa. Stavo cercando una nuova occupazione e notai un interessante annuncio di lavoro pubblicato da una Società di selezione.

Non c’era riportato il nome dell’azienda che assumeva, ma avevo tutte le caratteristiche richieste! Mandai subito il mio solito Curriculum Vitae sicuro che sarei stato contattato in poco tempo. Passarono delle settimane ma nessuno mi chiamò. Ci rimasi parecchio male perché ero sicuro di essere il candidato giusto.

Se tu vuoi veramente un nuovo posto di lavoro, non devi permettere a nessuno di frapporsi tra te e chi veramente decide in azienda.

Siccome ero (e sono tuttora) una persona testarda e determinata, non mi diedi vinto. Cercai tra le referenze della Società di selezione l’elenco dei loro clienti e trovai un’azienda che sembrava proprio quella dell’annuncio di lavoro.

Trovai il nome del titolare dell’azienda e gli mandai una lettera in cui spiegavo quali erano stati i risultati che avevo ottenuto in passato, quali erano le mie referenze e quali riconoscimenti avevo ricevuto dai miei ex datori di lavoro.

Non lo sapevo ancora ma avevo creato la mia prima candidatura secondo il Metodo Colloquio Diretto.

Non pensai più a quella storia e ripresi a godermi le vacanze estive. Pochi giorni dopo fui contattato da quella stessa azienda! Andai al colloquio di lavoro e il posto fu mio.

Dopo qualche tempo mi venne la curiosità di sapere perché l’azienda avesse cambiato idea sul mio conto passando da essere ignorato a ottenere la lettera di assunzione alla fine del nostro primo e unico incontro.

Chiesi quindi al Responsabile del personale il motivo per cui non fui contattato subito dopo aver ricevuto il mio Curriculum Vitae e rimasi molto colpito dalla risposta: la mia candidatura non fu mai proposta all’azienda!

Il responsabile del personale volle capire cosa fosse successo e chiese spiegazioni alla Società di Selezione. Queste persone mi avevano semplicemente scartato perché abitavo troppo distante dal posto di lavoro per cui (secondo loro) sarebbe stata una perdita di tempo anche solo contattarmi.

Ti faccio presente che sono rimasto in quell’azienda per diversi anni con grande soddisfazione per entrambi. Ho realizzato progetti molto interessanti facendo guadagnare l’azienda e ottenendo per me dei buoni aumenti retributivi e crescita professionale.

Le opportunità di lavoro che sono riuscito a cogliere successivamente le devo alla credibilità che avevo ottenuto a forza di concreti risultati proprio in quel periodo. Devo quindi la maggior parte della mia carriera proprio a quella opportunità di lavoro che inizialmente mi era stata negata.

Tutto questo non sarebbe accaduto se mi fossi limitato a inviare il Curriculum Vitae standard aspettando che qualcosa o qualcuno decidesse per me utilizzando criteri di selezione sicuramente professionali ma che non avevano niente a che fare con le reali esigenze dell’azienda loro cliente.

A nessuno piace essere considerato solo un elemento della “massa”. Non far MAI pensare al tuo interlocutore che lo consideri una persona qualunque

Se decidi di saltare i filtri degli intermediari, devi prendere atto di un importante elemento. Le persone che contano nelle aziende sono molto sensibili all’impegno e alla dedizione dei loro collaboratori per cui si sentono autorizzate a pensare che un candidato lo debba essere ancora prima di essere assunto.

Tu invece di scrivergli una lettera personalizzata gli fai arrivare il Curriculum Vitae standard perché è un documento che va bene per tutti, perché è più semplice da compilare e ti porta via poco tempo? Farai pensare a queste persone che la loro azienda è come tutte le altre e non merita la tua attenzione. Esito: Non sarai mai contattato.

Una lettera scritta con il Metodo Colloquio Diretto è in grado di fare entrambe le cose nello stesso momento. Elimina tutti i blocchi da parte di chi non ha la conoscenza necessaria a valutarti  correttamente e fa capire al tuo interlocutore che tieni veramente al lavoro.

A questo punto decidi cosa vuoi fare.

Curiosità. Quella non fu l’unica volta in cui una Società di Selezione tentò (invano) di bloccare la mia carriera. Ne ho parlato in un’intervista rilasciata a Lavoradio:

Ti metto a disposizione delle guide e video gratuiti che ti fanno vedere in maniera semplice e diretta come scrivere una candidatura in grado di non farti perdere le occasioni che meriti.

Per vederle, inserisci qui sotto la tua email.

Buon lavoro!
David

voglio-i-video01

4 Comments

  1. nino
    • David Buonaventura
  2. Teresa G.
    • David Buonaventura

A cosa stai pensando?

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.