Posto di lavoro vacante: come scoprirlo?

L’azienda che ha un posto di lavoro vacante per cui sei qualificato è quella in cui potresti avere la migliore possibilità. Ma come trovarla?

Una delle cose che adoro delle persone che seguo nella ricerca del lavoro è la loro capacità di portare al livello successivo le tecniche che insegno.

Già sono tecniche molto pratiche ma loro si spingono ad utilizzarle in ambiti e modalità differenti da quelli della mia esperienza diretta. Questo le rende ancora più efficaci.

Siamo il paese della creatività, dell’arrangiamento, della soluzione pratica che arriva direttamente allo scopo. Ne sono la prova gli “sporchi trucchi” che fanno parte dei miei corsi che sono stati sviluppati assieme a chi li ha provati con successo sul campo.

Te ne mostro uno che ti permette di scoprire un posto di lavoro vacante che aspetta solo che qualcuno lo ricopra.

Spesso le aziende ci mettono diversi mesi per sostituire un dimissionario. In questo tempo il posto di lavoro è vacante ma come scoprirlo?

Trova chi ha appena cambiato lavoro.

Cercalo.

Fai una ricerca su LinkedIn di persone che ricoprono il ruolo che vuoi ricoprire. Se non disponi di una licenza a pagamento potresti avere un numero limitato di ricerche quotidiane per cui più è precisa la ricerca e più puoi avvicinarti al tuo obiettivo senza fare troppi tentativi.

Fa finta che stai cercando la tua azienda ideale quindi scegli la zona e il settore a te preferiti.

Nota. Per la zona ricorda che quella indicata nel profilo della persona potrebbe essere diversa rispetto a quella dell’azienda. Io ho lavorato in aziende molto distanti dalla mia residenza facilitato dalle politiche di smart working che si potevano sfruttare.

Da quanto tempo?

Entra nel profilo di ognuno delle persone elencate nella tua ricerca. Guarda da quanto tempo hanno cambiato azienda. Se il periodo è inferiore ai 2-3 mesi molto probabilmente l’azienda sta ancora cercando.

Non è una regola che vale sempre. Ho visto casi in cui l’azienda ha rimediato subito ed altri in cui per mesi, se non anni, ha cercato di rimediare con qualche stratagemma per poi rimettersi a cercare una persona dedicata.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

Considera che se la persona ha dato le dimissioni a ridosso delle ferie estive, oppure durante il periodo di costruzione del budget o di altre particolari situazioni, l’azienda potrebbe metterci mesi per iniziare seriamente la ricerca del sostituto.

Contattalo.

Lo faccio per me o per le persone che seguo nella ricerca del lavoro. Contatto il dimissionario e gli chiedo se sa se il ruolo che ha lasciato è stato già ricoperto.

Spesso ottengo anche delle informazioni importanti come il nome della persona che veramente decide in azienda, le situazioni all’interno dell’azienda (la causa dell’abbandono potrebbe essere una crisi aziendale, una ristrutturazione selvaggia o un ambiente malsano) che mi aiutano a decidere se e come continuare l’azione.

Analizzalo.

Se sei entrato in contatto o meno con la persona che ha appena lasciato quel posto a cui ambisci, studiare il suo profilo può darti altre importanti informazioni. Alle volte le aziende scelgono utilizzando gli stessi parametri della persona precedente. Una specie di copia ed incolla dell’originale.

Conoscenze tecniche, caratteristiche, esperienze qualunque cosa puoi trovare nel profilo di questa persona può aiutarti a capire cosa evidenziare nella tua candidatura rispetto ad altri aspetti che invece sono meno importanti per quella specifica azienda.

Non ti rimane che impostare la tua candidatura secondo le procedure del Metodo Colloquio Diretto!

Spero di averti aiutato.
David

P.S. Nei contenuti gratuiti trovi anche degli “sporchi trucchi” con cui le persone che seguo hanno trovato lavoro.

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.