Vuoi la mia attenzione per farti assumere? Parlami di me!

vuoi-la-mia-attenzione-per-farti-assumere-parlami-di-me-01Mettiti nei panni di chi assume, scopri cosa gli passa veramente per la testa e costringilo a chiamarti parlandogli di lui.

Per farti capire bene, per un attimo fai conto di essere un dirigente d‚Äôazienda….

Hai tanti problemi, si proprio tanti. Durante la giornata devi organizzare le risorse e dirigere chi lavora (o fa finta di farlo) per le diverse attività quotidiane ed impreviste dell’azienda. Devi pensare poi a come gestire le relazioni con i capi, clienti o fornitori.

Quando finalmente la giornata giunge quasi al termine ed il telefono smette di suonare, devi trovare il tempo e le energie per pensare a tutte quelle attività future che permetteranno a te e ai tuoi collaboratori di mantenere il loro stipendio.

Tutto normale se non fosse che… sotto quel cumulo di problemi ci sono le tue ambizioni, quelle che ti hanno obbligato a far carriera. Quelle necessit√† che ogni mattina ti fanno svegliare con un appetito da predatore preistorico ma a cui spesso devi rimandare la soddisfazione a causa di tutti quei maledetti problemi.

Ti senti solo in questa opera, solo ed incompreso.

Un giorno ricevi una lettera, c’e’ il tuo nome e nessuno l’ha aperta proprio perché sembra importante.

Leggi le prime righe e noti che il mittente si sta rivolgendo a te e non all’azienda. Ti parla dei tuoi problemi, quelli veri, quelli che senti ogni maledetto giorno che sei a lavoro. Sembra che sappia bene quello che ti affligge. Ti senti un po’ rincuorato nello scoprire che c’e’ qualcuno che ti capisce e continui a leggere.

La cosa diventa ancora pi√Ļ interessante e la lettura sempre pi√Ļ intrigante. Dopo aver descritto i tuoi problemi, questa persona ti racconta di come ha risolto questioni simili in altre aziende e di come pu√≤ fare lo stesso per te. Non usa i soliti paroloni o concetti teorici: cita elementi concreti.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

Prima che la tua mente inizi a pensare che è troppo bello per essere vero, questa persona inserisce degli elementi che dimostrano la sua credibilità. Le prove sono talmente chiare che non hai spazi per il dubbio.

Non riesci pi√Ļ a distogliere l‚Äôattenzione da quelle pagine, sei in balia dei suoi contenuti. Ed ecco che arriva il colpo di grazia.

Il mittente della lettera inizia a parlarti di quei riconoscimenti a cui aspiri. Lo sta facendo in maniera sottile e indiretta ma abbastanza da far accendere il fuoco della tua ambizione. Questa cosa ha un forte effetto in te perch√© capisci che finalmente avrai il modo e il tempo di occuparti di quello che ti sta pi√Ļ a cuore: la tua carriera.

Riguardi la lettera che hai avidamente bevuto come se fosse una deliziosa bevanda mentre sei sotto la calura di una spiaggia tropicale. Ti stendi sulla poltrona e cominci a immaginare cosa potrebbe realizzare questa persona per te. Per te, per te non solo per l’azienda in cui lavori ma PER TE.

Di solito quando ricevi le candidature per un lavoro, sono rappresentate da uno scontato Curriculum Vitae e lettera di presentazione standard di due paginette che auto celebra la persona che lo ha scritto. I suoi studi, bla, bla, le sue competenze, bla, bla, i ruoli ricoperti, bla, bla, bla… che noia! Spesso quei documenti li butti senza leggerli.

Invece, questa lettera parla di te per cui l’hai assorbita malgrado non ne avessi il tempo in quanto sei atteso nella solita riunione in cui si evidenzieranno nuovi problemi e poche soluzioni.

Che persona è questa? Non ha descritto quasi nulla di se ma ti è venuta una voglia pazza di incontrarla. Una persona, un possibile nuovo collaboratore in grado tramite il suo lavoro, di risolvere i tuoi problemi e di farti ottenere le cose a cui ambisci.

Improvvisamente ti viene il timore che una persona così competente, non avrà grossi problemi a trovare un altro posto di lavoro. Forse si è già rivolta anche ad un’altra azienda, forse concorrente. Potresti perdere questa opportunità e ti viene paura, paura di perdere quello che hai appena gustato nella tua mente.

Anche in questo caso il mittente della lettera anticipa il tuo bisogno e ti conduce all’unica cosa che può darti sollievo in questo momento: fissare un colloquio di lavoro.

La lettera che hai ricevuto e che ti ha stravolto la giornata non è stata scritta da uno scrittore professionista o da uno psicologo o da esperto di organizzazione aziendale ma da qualcuno che ha imparato a riconoscere e comunicare il proprio valore tramite il Metodo Colloquio Diretto.

Adesso ritorna nel tuo ruolo di chi cerca un nuovo lavoro. Pensi ancora di inviare il tuo “Curriculum Vitae¬†e lettera di presentazione perfetti” oppure vuoi prenderti un bel vantaggio usando qualcosa di pi√Ļ efficace?

Mentre ci rifletti (ma non metterci troppo), ti segnalo alcuni contenuti gratuiti che ti possono descrivere questo popolare metodo che sta cambiando il modo con cui le aziende selezionano il personale. Per ottenere questi contenuti, inserisci la tua email qui sotto in maniera da iscriverti alla lista di distribuzione.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

Buon lavoro!
David

voglio-i-video01

2 Comments

  1. Antonello
    • David Buonaventura

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.