6 domande che ti devi porre prima di candidarti per un lavoro

6-domande-che-ti-devi-porre-prima-di-candidarti-per-un-lavoro-01Hai fatto tutto quello che dovevi per presentare al meglio la tua candidatura?

Spesso in preda all’entusiasmo o alla noia si commettono dei piccoli ma clamorosi errori che rendono la tua candidatura non interessante. Non è  facile accorgersene, ma quando stai sviluppando il tuo documento devi assolutamente farti alcune domande che possono aiutarti a eliminare qualsiasi pericolo di farti escludere.

1) Sei qualificata per il lavoro per il quale ti stai candidando?

Candidarsi a tutte le offerte di lavoro che vedi è un buon sistema per ottenere due risultati inaspettati: tempo perso e frustrazione.

So che magari pensi che quei minuti che hai speso per leggere i riferimenti dell’offerta, cambiato l’intestazione della lettera e spedito il tutto non sono poi tutta questa cosa ma se moltiplichi questo tempo per il numero delle volte che lo hai fatto vedrai che il tempo buttato via è enorme.

E’ un’attività inconscia ma la tua mente registra il numero delle volte in cui ti candidi e non hai risultati. Arriverà un momento in cui raggiungerai un livello in cui scatterà in te un meccanismo di protezione che ti porterà a mettere in dubbio l’effettiva convenienza di continuare a candidarti e ti obbligherà a smettere (soffrendo).

Seleziona accuratamente le offerte giuste e candidati solo se hai la sicurezza che il lavoro è alla tua portata.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

2) Nella tua candidatura c’e’ tutto quello che serve?

Se ti stai candidando direttamente a un’azienda, devi assolutamente ricordarti di inserire tutti gli elementi che possono dimostrare la tua credibilità. Una persona non credibile, non ottiene alcun interesse anche se proviene da un prestigiosa università o ha ricoperto ruoli professionali in importanti aziende. Mettiti nei panni di chi leggerà la tua candidatura e chiediti se il materiale è adeguato per dimostrare questa tua caratteristica.

3) La tua candidatura è personalizzata per il lavoro e l’azienda a cui ti stai rivolgendo?

Se spedisci lo stesso documento che usi per tutte le candidature, è molto probabile che il selezionatore lo capirà e butterà tutto nel cestino. Ogni azienda, tipo di lavoro e persona a cui inviare la tua offerta sono diverse e tu devi tenerne conto quando prepari tutto quello che deve presentarti degnamente. Il “documento che va bene per tutti” non è la migliore soluzione anzi a dirla tutta, è un bel problema.

4) Cattura l’attenzione in pochi secondi?

Ti stai rivolgendo a qualcuno che probabilmente in quello stesso giorno deve visionare un mare di altre candidature e ha poco tempo e voglia di farlo. Se non riesci a catturare la sua attenzione in pochi istanti, sei veramente spacciata. Copia le prime 4-5 righe del tuo documento su un foglietto di carta e aggiungi il tuo numero di telefono. Chiediti: dopo averlo letto tu chiameresti quel numero se fossi il selezionatore?

5) Il testo è avvincente?

Credo che non esista nessuno a cui piaccia leggere le candidature di persone sconosciute che probabilmente non incontrerà mai. Impropriamente tante persone pensano di ridurre la lunghezza del testo della candidatura per evitare che il selezionatore si stanchi nella lettura mentre invece dovrebbero concentrarsi su ben altro. A un selezionatore non pesa doversi leggere 4 pagine avvincenti mentre invece gli bastano 4 righe noiose e scontate per fargli staccare l’attenzione e buttare il tutto nel cestino.

6) Hai abbastanza informazioni sull’azienda?

Due aziende delle stesse dimensioni e fatturato che operano nello stesso settore, nella stessa zona, con gli stessi prodotti possono essere estremamente diverse tra di loro per cui devi disporre del maggior numero di informazioni possibili e fare in maniera che la tua candidatura prenda conto di tutto. Basta un solo particolare per far in maniera che la tua candidatura sia attraente oppure priva di qualsiasi interesse.

Ti segnalo alcune risorse gratuite che possono aiutarti a non commettere errori quando ti candidi.

Guide gratuite del Metodo Colloquio Diretto dove puoi avere i consigli più semplici e efficaci da applicare.

Podcast su iTunes o sul canale Youtube dove puoi trovare approfondimenti sui temi.

Ricevi subito le tue guide gratuite per trovare un nuovo lavoro!

2 Comments

  1. Sonia

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.