Perché lui trova lavoro e tu no?

perche-trova-lavoro-tu-no-01Scopri perché ci sono persone che trovano lavoro malgrado la crisi, cambia modo di comunicare il tuo valore e ottieni quello che ti meriti.

Sei un Over 40. Hai seguito un percorso di crescita professionale perfetto. Hai seguito ottimi studi e nel tempo hai maturato specializzazioni e esperienze molto interessanti.

Pensi di meritare di meglio di quanto il tuo attuale posto di lavoro può offrirti per cui ti metti sul mercato. Pochi rispondono alle tue proposte di collaborazione e quando lo fanno sono solo per posizioni al di sotto delle tue aspettative e giuste richieste.

Evidentemente manca qualcosa al tuo “prodotto” che faccia scattare l’interesse nel prossimo datore di lavoro ma non capisci cosa. Nel dubbio continui allora a cambiarne la “confezione” aggiornando il tuo Curriculum Vitae standard e il tuo profilo Linkedin e seguendo le regole del “personal branding”.

Tutto inutile. Sembra che tu sia invisibile.

Un giorno incontri un nuovo collega che da poco è entrato in azienda. Malgrado sia una persona che ha superato la soglia di età dove farsi scegliere sembra diventato impossibile, hai saputo che la Direzione Generale lo ha immediatamente preferito rispetto a candidati più giovani e con pretese economiche più modeste.

Hai guardato con attenzione il suo profilo Linkedin per capire se ha usato qualche formula magica per fasi notare ed invece trovi solo l’elenco delle aziende con cui ha collaborato e una serie di referenze. Niente frasi ad effetto e a dirla tutta ci sono anche un paio di errori ortografici (orrore!).

Cerchi allora di entrare in contatto con lui per capire che strano stratagemma ha usato per ottenere questo successo (Raccomandazioni? Un Curriculum Vitae perfetto? Un trucco magico? Accidenti, cosa???).

Lo vedi diverse volte, prima per lavoro e poi in qualche pausa al caffè. Devi usare una buona dose di cautela, non vuoi far sapere al tuo attuale datore di lavoro che stai cercando una posizione in un’altra azienda: non si sai mai che reazione avrebbe!

Parlando con lui del suo passato lavorativo, ti accorgi di una cosa molto evidente, quasi magnetica: la sua credibilità. Sai poco del suo tipo di attività professionale ma ogni volta che parla del suo passato, tu gli credi.

Ti incuriosisci e cerchi di capire da cosa dipende questa tua reazione.

Pensi che deve aver frequentato qualche esclusivo corso di formazione professionale ma siccome non te la senti di chiedergli altri dettagli, continui a cercarti quel posto di lavoro che sembra non arrivi proprio mai.

Un giorno succede qualcosa che ti lascia senza parole.

Tu e il tuo collega vi ritrovate a partecipare a una difficile attività di lavoro. A te la partecipazione è stata decisa da qualcun altro mentre lui ha fatto di tutto per ottenerla.

Noti che lui prende nota di qualsiasi situazione precedente a questa attività. Parla con la persona che l’ha proposta per capire quali sono le motivazioni che ne hanno deciso la partenza.

Segna in dettaglio tutti i problemi incontrati e le soluzioni trovate anche se non lo hanno direttamente coinvolto. Dopo qualche tempo che l’attività è terminata, lui va a verificare gli effetti sul lungo periodo.

Non capisci proprio perché lui faccia un cosa del genere e riprendi a occuparti della ricerca lavoro mentre i tuoi amici continuano a ripeterti che c’e’ la crisi, le aziende non assumono più, le persone della tua età non le vuole nessuno e cosi via…

Un giorno ti ritrovi in una riunione con la Direzione Generale assieme a quel collega di cui ti sei sorpreso che abbia ottenuto quel bel posto di lavoro nella tua azienda.

Lui parla dell’attività che avete svolto assieme, dei problemi affrontati, delle soluzioni applicate e degli importanti risultati ottenuti. Non si sta attribuendo meriti non suoi, anzi, descrive con assoluta tranquillità solo quanto è dipeso da lui.

L’effetto è sconvolgente. Ti rendi conto di quanto sia stata importante quell’attività che hai svolto con il tuo collega e che tu pensavi fosse solo una rottura di scatole.

Noti che l’effetto non deriva solo dagli elementi che usa per dimostrare la sua credibilità ma di come li comunica. Capisci allora che dietro c’e’ un metodo che gli consente di raccogliere nella sua attuale attività lavorativa quegli elementi che lo porteranno a conquistare la prossima.

Ecco perché è stato preferito!

Se stai pensando a quante opportunità professionali stai perdendo perché nessuno ti hai mai spiegato come trarre vantaggio dal tuo attuale lavoro, sicuramente è arrivato il momento di guardare le guide e video gratuiti che ti metto a disposizione.

Buon lavoro!
David

voglio-i-video01

A cosa stai pensando?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.